CHIARA SALVATORE

Cloud Infrastructure Administrator

Devops Engineer

LinkedIn  Twitter  Delicious  profilo Facebook solo per conoscenti

Organizzazione delle directory di un sistema GNU/Linux

A differenza di altri sistemi dove troviamo vari dischi o volumi, in un sistema unix-like l’albero delle directory è unico.
All’avvio il kernel monta la root directory dell’albero (indicata con “/”), qualunque altro disco o cartella viene montata successivamente in opportune sub-directory della radice.

Con il comando tree è possibile visualizzare l’albero delle directory a partire dalla directory corrente. Aggiungendo l’opzione -L si può limitare il numero dei livelli da percorrere.

L’organizzazione dell’albero delle directory è standardizzata da un documento che si chiama Filesystem Hierarchy Standard (FHS).

Posted in Computer notes | Tagged , , , , | Leave a comment

Crea la tua nuvola!

Sparanuvole.it è il servizio che ti permette di copiare in pochi secondi virtual machine dalle migliori fonti direttamente nel tuo account Aruba Cloud Computing.

Sparanuvole.it velocizza il processo copiando i file senza passare dal tuo computer, così eviti di dover scaricare e ricaricare decine di gigabyte. Adesso puoi subito creare il tuo Cloud Server personalizzato!

Progetto in collaborazione con Andrea Mancini

Posted in Projects | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Apertura CALL FOR PAPER – Sali sul palco del CODEMOTION!

Programmare è un’arte e occorre una grande esperienza per creare codice di qualità.

Sbaglia chi pensa che sviluppare software sia un’attività meccanica, sempre uguale, senza stimoli o fantasia.

Fino al 3 febbraio 2012 sarà possibile inviare le proprie proposte di talk per partecipare come relatori al programma della seconda edizione del Codemotion Roma, l’evento aperto a tutti i linguaggi e tecnologie.

Posted in Resources | Tagged , , , , , , , | 1 Comment

HTML5 : come i browser gestiscono gli elementi non riconosciuti

Ogni browser ha una lista di elementi HTML supportati.Qualunque elemento non compaia in quella lista è da considerarsi un “elemento sconosciuto”.

Alla domanda su come applicare uno stile a questi elementi e su come renderizzare il DOM in questi casi, ogni browser ha dato una risposta differente.

E’ necessario sapere che tutti i browser renderizzano gli elementi sconosciuti come inline.
Poiché la maggior parte dei nuovi elementi HTML5 sono block ciò potrebbe comportare gravi cambiamenti alla visualizzazione del layout.

Posted in Computer notes | Tagged , , , , , | Leave a comment

HTML5 : come utilizzare solo le proprietà supportate dal browser

Come ben spiegato nel libro Dive into HTML5 (che consiglio di leggere per chi non l’ha ancora fatto) l’HTML5 non è un blocco monolitico, bensì è una collezione di singole proprietà che un poco alla volta tutti i browser stanno arrivando a supportare.

Non è quindi sufficiente, né sarebbe possibile, controllare se un browser può visualizzare una pagina in HTML5 oppure no, ciò che dobbiamo controllare è che la specifica feature che vogliamo utilizzare sia implementata dal browser che deve visualizzare la pagina.

Posted in Resources | Tagged , , | Leave a comment
“Quando c'è una meta anche il deserto diventa una strada”
 proverbio indiano